settori di ricerca

Inizio Contenuto

IL RAPPORTO ANNUALE

06/12/2002

36° Rapporto sulla situazione sociale del Paese/2002

Le Considerazioni generali che aprono il Rapporto Censis 2002 passano in rassegna i fatti salienti dell'attuale congiuntura. "La nostra società presenta oggi una stazionarietà prolungata senza contraccolpi di reattività". Fra stazionarietà e pericoli strutturali di declino, non deve sorprendere che si insinui oggi "un'ambigua deriva di curvatura concava della vita collettiva", preludio a un nuovo modello italiano non centrato sulla crescita continuata ma sulla qualità della vita. Ma accanto a questa "ambigua tentazione al concavo", sembra emergere una novità meno preoccupante, ossia l'avvio di un ciclo di latente metamorfosi attraverso trasformazioni sottili che potranno cambiare il volto complessivo del Paese. Nella seconda parte del Rapporto, La Società italiana al 2002, vi sono le principali fenomenologie dell'anno. Il reset della new economy, la ripresa dell'immobiliare, le nuove reti sociali, e il successo del "viver bene" made in Italy come nuovi spazi di crescita. Il timido aumento dell'occupazione, i contraddittori comportamenti d'impresa, e il congelamento del risparmio familiare, sintomi della stazionarietà in cui siamo. Il declinante impulso delle aspettative, nel latente clima di guerra, con il federalismo e le grandi opere esempi di obiettivi chiari dagli esiti incerti. E infine il perdurare di blocchi sistemici. Nella terza e quarta parte si trovano le analisi settoriali: la Formazione, il Lavoro, il Welfare, il Territorio, i Soggetti economici, il Governo pubblico, la Comunicazione.