settori di ricerca

Inizio Contenuto

IL RAPPORTO ANNUALE

01/12/2000

34° Rapporto sulla situazione sociale del Paese/2000

E' un'"Italia delle emozioni" quella che emerge dalle analisi socioeconomiche dell'anno. Emozioni delineate in tre atteggiamenti fondamentali: - l'emozione di rischiare al di là dell'effettiva percezione della ripresa economica, a livello individuale nell'affrontare meno problematicamente il lavoro (infatti si registra una concomitante crescita dell'occupazione e diminuzione relativa delle preoccupazioni per il lavoro), a livello aziendale in una più coraggiosa creatività nell'affrontare la gestione degli assets, a livello familiare in una calcolata audacia nell'amministrazione del portafoglio verso combinazioni più innovative; - l'emozione dell'indecisione spesso molto sofferta sul piano individuale collettivo fra rinserrarsi di fronte ai fenomeni di globalizzazione verso cui stiamo andando incontro oppure aprirsi ad essi ed accettarne le implicazioni dirompenti. E questo tentennare emozionale fra chiusura e accettazione di fronte alle fenomenologie di uno sviluppo globalizzato è stato esemplificato in quattro ambiti: nei turbamenti socio-politici proprio delle aree transregionali italiane più globalizzate, nell'altalena fra attrazioni e difese rispetto ai minori stimoli multiculturali che si stanno espandendo, nell'incombere dei nuovi apparati tecnologici che con le loro fragilità intrinseche minano un certo entusiasmo tecnologico, persino un po' superficiale, ed infine nelle paure dell'altro ossia dei diversi innanzitutto da un punto di vista culturale e religioso; - l'emozione di evadere, spesso in solitudine, da un mondo ormai considerato indecifrabile o comunque difficile, e qui le strade scelte sono per lo meno quattro: la crescente attenzione al benessere corporeo con la conseguente riconcentrazione emozionale sul proprio corpo; l'emozione laterale verso tutto ciò che è estremo dagli sport ai viaggi; la riscoperta dei sentimenti nei rapporti interpersonali, ed infine il consumo ormai domestico delle emozioni grazie alle tecnologie della realtà virtuale.