settori di ricerca

Inizio Contenuto

I COMUNICATI STAMPA

  • 21/06/2018
    Nella provincia 219 sequestri e più di 622mila articoli sottratti al mercato del falso nell'ultimo anno. Ma il fenomeno si trasforma: è sempre più «liquido», ora serve il coinvolgimento dei cittadini
    Download (1)
    Eventi (1)
  • 21/06/2018
    Prosegue la femminilizzazione della professione: le donne sono diventate la metà degli avvocati, ma ancora con redditi che arrivano al 44% rispetto ai colleghi maschi. Torna però a crescere il reddito medio e il 46% dei giovani professionisti scommette sul miglioramento della condizione futura
  • 19/06/2018
    Nella provincia 314 sequestri e più di 1,5 milioni di articoli fake confiscati nell'ultimo anno. In Italia un giocattolo contraffatto su cinque viene intercettato qui. Ma il fenomeno si trasforma: è sempre più «liquido», ora serve il coinvolgimento dei cittadini
    Download (1)
    Eventi (1)
  • 14/06/2018
    Sono 1,5 milioni in Italia i diplomati e laureati sottoinquadrati. L'ipoteca sul futuro dei giovani comincia nella scuola, prosegue con il lavoro non qualificato e finisce con la mobilità sociale bloccata (solo il 10,6% dei genitori con la licenza media ha figli laureati). La ricerca di un impiego è ancora un fatto privato: solo il 4,7% dei laureati ha trovato lavoro grazie ai centri per l'impiego
  • 13/06/2018
    Sale a 43,3 punti l'indice sintetico realizzato da Aibe (Associazione Italiana delle Banche Estere) in collaborazione con il Censis (era 40,3 lo scorso anno). Italia all'8° posto (su 10) nella graduatoria dei Paesi più attrattivi (era 10ª l'anno scorso). Per il 61,9% del panel il nostro Paese deve guardare al proprio interno puntando sulle riforme. Bocciati fisco, giustizia civile e burocrazia
  • 06/06/2018
    Sale a 40 miliardi di euro la spesa di tasca propria degli italiani per la sanità (+9,6% nel periodo 2013-2017). E pesa di più sulle famiglie a basso reddito: la tredicesima di un operaio se ne va in cure sanitarie per sé e i familiari. Ora 13 milioni di italiani dicono stop alla mobilità sanitaria fuori regione («ognuno si curi a casa propria»). E in 21 milioni ritengono giusto limitare le risorse pubbliche per le persone con stili di vita nocivi (dai fumatori agli obesi). Gli elettori di Lega e 5 Stelle sono i più rancorosi verso il Servizio sanitario: molto ha contato nelle urne, per questo la sanità sarà il vero banco di prova per il nuovo esecutivo
    Eventi (1)
  • 25/05/2018
    E anche la politica dice sì alla sanità mista: il 63% dei consiglieri regionali riconosce il ruolo positivo delle strutture private accreditate
    Eventi (1)
  • 23/05/2018
    L'82,8% delle italiane tra 45 e 65 anni è informato. Per il 77% la menopausa non è una malattia, ma una fase fisiologica della vita. Per circa la metà coincide con la fine della fertilità. Ma il 38,5% ignora che può aumentare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. L'87,3% non usa farmaci per contrastarne i sintomi. Solo il 49,5% delle donne in menopausa in questa fascia di età ha rapporti sessuali regolari, contro il 74,2% di quelle non in menopausa
    Download (1)
    Eventi (1)
  • 12/05/2018
    Ma pesano le disuguaglianze: 17 milioni di italiani non fanno visite di controllo (addirittura il 70% dei bambini di 6-14 anni). E sono 3,7 milioni i forzati del low cost: chi sceglie lo specialista solo per il costo basso, senza badare a qualità e sicurezza
  • 15/02/2018
    Sono 9 italiani su 10 a bere acqua minerale, il 19% in più rispetto a vent'anni fa (e 8 su 10 ne bevono almeno mezzo litro al giorno). È la bevanda di tutti, al di là delle differenze di sesso, età, economiche e sociali. Il 44% degli italiani la beve perché è buona e piace, il 30% perché fa bene alla salute, il 28% perché è sicura, il 25% perché è comoda, il 10% perché è conveniente
    Download (1)
    Eventi (1)
  • 30/01/2018
    Il 72,1% dei pazienti è soddisfatto della capacità del medico di coinvolgerli nelle scelte terapeutiche e il 71,5% per l'efficacia dei farmaci. Uno su quattro ha ricevuto la diagnosi alla prima visita, ma spesso durante un ricovero ospedaliero. Molto pesante l'impatto sociale per i malati: il 47,2% ha lasciato il lavoro, il 33,8% non ha potuto terminare gli studi. Vita dura anche per i caregiver per le ricadute delle attività di assistenza sul lavoro e nelle relazioni
    Download (1)
    Eventi (1)