settori di ricerca

Inizio Contenuto

IL CENSIS

L'impegno del Censis

L'impegno del Censis consiste nel:

  • cogliere e approfondire i temi fondamentali della società civile, come l'evoluzione della struttura sociale e produttiva, le spinte all'innovazione, i comportamenti individuali e collettivi, i soggetti organizzati e i corpi intermedi, il protagonismo dei sistemi locali e i meccanismi di iniziativa imprenditoriale;
  • porre costante attenzione al governo dei processi, alla progettazione delle politiche, al coinvolgimento dei soggetti, all'azione dei poteri istituzionali e alla cultura di governo.
  • Lo sfondo culturale che ha dato origine all'attività del Censis era quello tipico degli anni '50 in cui, a fronte della crescita economica, in Italia appariva necessario individuare modalità nuove di indagine sociale e di investimento sul sociale.

    Nei decenni seguenti, spesso in anticipo rispetto al clima generalmente percepito, il Censis ha esercitato la propria capacità di analisi e la propria presenza su campi e tematiche poi divenuti emblematici, quali:

  • negli anni '60 l'attenzione al welfare e alle strategie che ne governano l'impostazione e la gestione, con particolare riferimento alle dinamiche della domanda e alla natura dell'offerta;
  • negli anni '70 l'attenzione all'economia «sommersa» e al suo ruolo all'interno del generale sviluppo socio-economico del Paese;
  • negli anni '80 l'attenzione verso la modernizzazione dell'economia e i suoi intrecci con lo sviluppo complessivo della società italiana, anche in termini di internazionalizzazione;
  • negli anni '90 l'attenzione per una struttura sociale ed economica progressivamente «densa», intenta a legare il filo della sua storia alle trasformazioni del presente e alla scommessa sul suo futuro;
  • dal 2000 il Censis ha avviato una riflessione approfondita sul tema del «modello» socio-economico italiano con l'obiettivo di mettere in luce gli elementi più innovativi e le schegge emergenti di vitalità.

Nel corso degli anni, tale attività e presenza culturale ha ottenuto un continuo riconoscimento di ruolo e autorevolezza, che si è manifestato attraverso un crescente apprezzamento da parte degli osservatori economici e sociali, dei soggetti imprenditoriali e istituzionali, degli organi di informazione italiani e stranieri.

Oltre alle attività di ricerca per committenti, il Censis promuove autonomamente una serie di iniziative fondazionali, attraverso le quali vengono approfondite le linee interpretative che emergono nel quotidiano lavoro di ricerca e vengono esplorati nuovi percorsi conoscitivi della realtà socio-economica del Paese.

Tra le attività fondazionali del Censis c'è l'iniziativa di metà anno «Un Mese di Sociale», articolata in quattro appuntamenti settimanali nel mese di giugno. Si tratta di una rassegna attraverso la quale viene promosso il dibattito su argomenti emergenti di interesse generale che trovano nelle ricerche svolte dal Censis dati e idee di riferimento.

«Un giorno per Martinoli» è la giornata di studio dedicata a Gino Martinoli, che è stato tra i fondatori del Censis e ha svolto un ruolo di costante stimolo intellettuale come Presidente della Fondazione fino alla sua morte. A partire dal 1997, a lui viene dedicato un appuntamento annuale volto ad esplorare le prospettive future ispirandosi al suo fecondo interesse per gli scenari sociali e le previsioni di lungo periodo.